Innovare a 360°, la ricetta di ADR per anticipare il futuro

di Giulia Aloisio e Barbara Venanzi

 


 

Nel corso degli ultimi anni, l’innovazione ha assunto un ruolo sempre più preponderante nella strategia di sviluppo di Aeroporti di Roma, fino a diventare parte integrante di ogni aspetto del business e della cultura aziendale.

ADR ha scelto di puntare sulla creazione di un modello di innovazione, sia rivolto all’esterno sia all’interno, che si basi sulla diffusione della cultura dell’Open Innovation per facilitare lo sviluppo di un ecosistema basato sulla cooperazione con grandi aziende, gruppi industriali, istituzioni accademiche e start up che condividono i medesimi obiettivi di transizione energetica e digitale.

Per promuovere sempre più questo modello di Innovation internamente all’azienda, è stato costituito un Innovation Committe per definire le priorità strategiche dell’azienda e l’Innovation Cabin Crew, un gruppo composto da 29 “Innovation Ambassadors”, in rappresentanza delle varie Business Unit di Aeroporti di Roma.

All’esterno, invece, insieme a importanti players del settore come Plug & Play Tech Centre e LVenture, Aeroporti di Roma  ha ingaggiato start-up da tutto il mondo, attraverso il lancio della sua prima Call for Ideas, nel 2021, invitandole a partecipare a un processo di selezione per poter poi sviluppare i loro progetti all’interno del primo incubatore per start up in un aeroporto italiano, l’Innovation Hub, che sarà inaugurato nei prossimi mesi al Terminal 1 dell’aeroporto di Fiumicino: uno spazio di 600 mq circa, dove si svolgerà il programma di accelerazione “Runway to the future” e dove nuove tecnologie dedicate a migliorare sempre più i processi aeroportuali e la passengers experience saranno continuamente sperimentate.


 

All’interno dell’Innovation Hub, infatti, le start-up selezionate attraverso la Call for Ideas lavoreranno al fianco dei membri dell’Innovation Cabin Crew per sviluppare progetti che serviranno a ridefinire la fruizione dell’infrastruttura aeroportuale da parte dei passeggeri: dal miglioramento dei processi a beneficio dei passeggeri e delle compagnie aeree all’intelligenza artificiale impiegata per garantire la sicurezza, all’efficienza degli impianti fotovoltaici, data engeneering e customers experience.

A ulteriore rafforzamento della rete internazionale dedicata all’innovazione, nel 2021 Aeroporti di Roma ha firmato insieme ad AENA, società spagnola che opera come gestore aeroportuale in Spagna, il primo Memorandum of Understanding (MoU) incentrato sull'innovazione tra due operatori aeroportuali internazionali, creando il network “Airports for Innovation”.

A distanza di un anno, durante il 32° Congresso Annuale di ACI Europe, che l’aeroporto di Fiumicino ha ospitato al Terminal 5, il network si è ingrandito accogliendo l’adesione di Aeroports de la Côte d’Azur e Athens International Airport. La collaborazione tra questi aeroporti, che insieme rappresentano circa il 15% del traffico europeo, attraverso una tabella di marcia comune per l’innovazione consente l’accesso a dati, know-how e approfondimenti secondo un approccio condiviso per progettare processi e regole chiare e più semplici, rafforzando la collaborazione e la visione comune sull'innovazione.